• PER ARIANNA - Incontro con l
  • PER ARIANNA - Incontro con l'autore Gabriele Romagnoli
    Immagini: 8

    Martedì sera - 25/06/2019 - a Sustinente, nella splendida cornice del parco di villa Moreschi si è tenuto l'annuale incontro "Per Arianna" promosso dall'associazione culturale "CerAmiche", dalla biblioteca comunale di Sustinente "Arianna Fornari", dal gruppo di lettura "I fili d'Arianna" e dall'amministrazione comunale di Sustinente che ha visto come invitato speciale il giornalista scrittore Gabriele Romagnoli. La serata moderata da Simonetta Bitasi ed Elsa Riccadonna ha visto, come ovvio centro di gravità, i libri dalle idee "banali fino ad essere rivoluzionarie" del dott. Romagnoli. La piacevole conversazione ha avuto il merito di estrinsecare i contenuti comuni ai suoi libri, in particolare “Solo bagaglio a mano” e “Coraggio!”, inevitabilmente legati a doppio filo con la sua vita di inviato per varie testate giornalistiche, costellata di paesi visitati (ben 82 con obiettivo 100) e di traslochi (ben 28). Dai precoci scritti di protesta contro la maestra e “la lobby del doposcuola” all’intervista “fortuita” ad una ormai allettata Madre Teresa di Calcutta, Romagnoli ha diretto magistralmente la conversazione spiegando volentieri le vele alla fresca brezza delle domande delle due moderatrici. Traspare una visione della vita, messaggio principale dei due libri sopra menzionati, caratterizzata dalla leggerezza del viaggiare con lo stretto necessario, senza pesantezze materiali e stimolata dal “coraggio non eroico” di compiere le scelte quotidiane secondo coscienza e senza influenze o costrizioni. Singolare la risposta alla domanda di Barbara Morandini, coordinatrice del gruppo di lettura “I fili d’Arianna”, che ha chiesto quale sia stata, tra le molte, l'intervista più difficile. Romagnoli ha risposto che la più difficile è stata un’intervista con Gillo Dorfles, il critico centenario, che nel suo immancabile cinismo etichetta "La scarpetta nel piatto" come il peggior evento del '900. La serata molto sentita e fortemente partecipata dal pubblico è terminata con i saluti e ringraziamenti del sindaco che ha rimarcato il messaggio di abbassare il volume e alzare il coraggio. Concludono i saluti e i ringraziamenti di Mara Pasini, madre di Arianna, e di Roberta Mortari, presidente dell'associazione culturale "CerAmiche" che ha offerto un apprezzatissimo rinfresco a fine serata.